Maria Felix, l’attrice che amava i rettili

maria felix

Maria Felix amava passeggiare con un coccodrillo dentro un acquario. Perché chiamarla eccentrica? In fondo essere eccentrici significa solo non essere conforme alla massa, deviare dagli standard imposti.

E come biasimare una donna bellissima, ricca ed egocentrica a voler essere diversa per gusti e scelte?

Quando Maria Felix, nel 1975, percorre Rue de la Paix a Parigi con in mano un piccolo coccodrillo dentro un acquario sapeva quello che stava facendo.

Chi era Maria Felix: la sua storia

maria felix

Maria Felix è stata un’attrice messicana incantevole e dalla personalità prorompente. Le donne la invidiavano e la imitano ancora oggi, in fondo essere considerata la donna più bella al mondo ha molti risvolti positivi.

Da Hollywood a Cinecittà, Maria Felix è stata contesa e desiderata: forse il suo fare un po’ mascolino l’ha resa follemente irresistibile?

Il desiderio di avere un coccodrillo al collo

maria felix

Quel giorno Maria stava portando il coccodrillo alla maison di Cartier per far replicare ai gioiellieri del brand viso, testa, corpo, gambe e coda per una perfetta collana di coccodrillo. La Doña, così era soprannominata Maria Felix, era molto amica di Louis Cartier per questo ogni suo desiderio era un ordine.

Dopo attenti esami e studi gli artigiani di Cartier eseguono magnificamente una collana composta da due coccodrilli articolati che abbracciano il collo e che possono essere indossati separatamente come spille.

2083 DIAMANTI PER 126.88 CARATI

Uno fu realizzato in oro giallo 18 carati con ben 1023 diamanti taglio brillante per un peso di 60,02 carati. Il secondo coccodrillo è stato scolpito in oro bianco 18 carati con 1060 smeraldi per un totale di 66,86 carati.

Due cabochon di smeraldi formano gli occhi di uno e due cabochon di rubini la navette dell’altro.

Quando la Felix vide il capolavoro di Cartier restò senza parole, se ne innamorò all’istante tanto che indossò la collana per molti anni.

Quest’opera d’arte l’abbiamo ammirata sul collo di Monica Bellucci, testimonial della maison francese, alla première di Indigènes nel maggio del 2006. Incanta come allora le donne più belle al mondo.

maria felix

La collana di Maria Felix che fine ha fatto?

La collana originale di Maria Felix fa parte della collezione storica di Cartier come lo sono altri esemplari che la stessa Felix ordinò alla Maison.

Nelle collezioni di Cartier, i rettili occupano un posto rilevante, i gioiellieri, ispirati dai movimenti sinuosi dei rettili, dagli anni 10 del ‘900 realizzano capolavori di altissima manifattura e diventano storia, come il collier a serpente del 1919 di platino, diamanti taglio ancienne, incastonatura millegrain lunga 22 cm sempre ordinato da Maria Felix.

Oggi Cartier rende omaggio a Maria Felix

E’ lo stesso scultore che creò la collana della Felix a lavorare sulla suite di gioielli in onore all’attrice. I 4 pezzi comprendono orecchini pendenti, un bracciale, un anello e la collana. La parure di alta gioielleria è composta da un set di 14 smeraldi colombiani, tra i più preziosi al mondo.

Perchè proprio il coccodrillo?

maria felix

È interessante capire il significato esoterico di questo animale che come altri rettili rappresenta l’immagine del potere sulla vita e sulla morte. Nell’antico Egitto era il simbolo dell’abbondanza e della fertilità, tanto che lo stesso Sebek, Dio dell’acqua e delle inondazioni del Nilo, era raffigurato con le sembianze di un coccodrillo, si era convinti che tenesse lontane le forze delle tenebre ed era considerato il protettore degli dèi e degli uomini. Per chi lo indossa ha il potere di leggere le situazioni, sviluppare pazienza e saper agire al momento giusto. Per gli ansiosi e gli impulsivi il coccodrillo insegna il potere dell’attesa.

About the Author

Stefania Zilio

Sono una scrittrice, copywriter , ideatrice e conduttrice di format televisivi, counsellor in formazione, parlo quattro lingue, studio in continuazione e leggo almeno 5 libri al mese. Amo il gelato alla nocciola e credo nell’energia positiva Universale. Collaboro con diverse testate e sono sempre alla ricerca di un impulso nuovo che mi sconvolga la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *